Aglio Orsino


La pianta alla quale sono più affezionato, per due motivi: mi piace l’aglio, forse troppo per questi italiani ultimamente un po’ troppo schizzinosi e perchè è stata la pianta che ha segnato il mio passaggio alle cose naturali. Le foglie che avevo raccolto in Val Cenischia le ho sminuzzate, ho fatto il primo risotto e le ho messe per la prima volta nelle patate lesse, invece di farle prezzemolate le ho aglio-orsinate.


Allium Ursinum

Struttura della pianta

Qualcuno dice assomiglia tanto al mughetto e che si deve stare molto attenti, ma in realtà è molto dicile sbagliare. Prendi una foglia, spezzala e strona le dita: senti odore di aglio, il mughetto nemmeno per sogno.

Il ore del mughetto è fatto di piccoli calici bianchi che piovono ai lati di uno stelo mentre, come da immagine in alto, quello dell’Aglio Orsino ha uno stelo lungo dal quale si sviluppa un’inorescenza a ventaglio fatta di piccoli elementi bianchi a 6 petali.

Anche il ore ha odore di Aglio ed è commestibile esattamente come le foglie  che crescono a mazzo da un bulbo in comune. Buona norma come sempre raccogliere ori e foglie lasciando parte di tutto quanto per non far morire la pianta.

Le foglie sono lanceolate su uno stelo carnoso.


Dove e quando cresce


La si trova solo sul territorio italiano e la Sicilia, non è presente in Sardegna, no ai 800 metri (s.l.d.m). Viene considerata come una pianta infestante, poco diusa, ma molto popolosa. Non sono tantissime le zone dove è presente, ma quanto c’è, crea grossi appezzamenti riconoscibili per l’odore di Aglio.

La si trova in appezzamenti di sottobosco, in ombra e mediamente vicino ad ambienti umidi come i margini di un ume. Cresce da Aprile a Giugno.

La raccolta del bulbo agli inizi di Aprile, mentre per il resto della pianta da Aprile a Giugno.


Proprietà

Viene usata tutta la pianta. Un po’ come l’aglio di Caraglio, non si ripropone dopo averlo mangiato.

Nell’area fitoterapica ha la stessa funzione dell’aglio, depurativo e ipotensivo, coleretico, rubefacente e  diuretico.

Parlando sempre delle tradizioni dei nostri nonni veniva usata agli inizi della primavera per una tisana capace di depurare fegato e reni dando beneficio anche alla pelle soprattutto per la gestione delle risultanze di questi organi in sovraccarico. Da qui era la tisana di elezione, assieme a un cucchiaio di miele non pastorizzato, per depurarsi dei cibi dell’inverno ed essere pronti per la primavera.


Uso in cucina

Viene usato nella stessa maniera dell’aglio “convenzionale”, ha la stessa funzione per un soritto profumato, aggiunto nelle zuppe, in salse ecc.

È una pianta che cresce anche nel resto dell’europa, in Polonia viene messo sulla pizza, loro lo chiamano l’aglio polacco selvatico e quindi potresti farlo anche tu, fai la marinara con questo aglio. Buon sapore che non si ripropone poi.



 

Immagini: pixabay.com


NOTA

Il contenuto di questa pagina, scritto o video, comporta delle semplificazioni. Considera le informazioni pubblicate in questa pagina come di carattere generale e non coprono tutti gli aspetti dell'argomento. Nessun parere inserito in questa pagina vuole sostituirsi al parere del medico di fiducia.


#Allium_Ursinum #aglio_orsino #alimurgia #fitoterapia

0 visualizzazioni

© 2018 | 2020 - un progetto @yourbest basato su struttura editoriale di Carolina. Creato con Wix.com