Borragine

In Italia, quando si parla di questa pianta viene associata al cibo. Parliamo di frittata con la Borragine, la troviamo nel ripieno dei tortelloni, come in altre paste e riso. Per quanto abbia già mangiato i tortelloni, non ha mai raccolto la pianta fino ad oggi, e quest’anno inizio a provarla per conto mio e facciamo un primo esperimento, giusto per fare il primo risotto o la prima frittata. E’ una pianta che inizia ad essere fuori dal periodo post invernale, in quanto ha delle caratteristiche diverse rispetto a quelle che abbiamo precedentemente raccontato e le sue caratteristiche fitoterapiche variano le aree della loro depurazione.


Borago Oficinalis

Struttura della pianta

Non ricordo che assomigli a qualche altra pianta. Raggiunge un’altezza che va dai 20 ai 60 centimetri con foglie e boccioli dei ori ricoperti di una certa peluria. I ori sono blu che si aprono a stella, disposti a racemo (ovvero che si raccolgono tutti sullo stesso stelo). Le foglie sono rotondeggianti o lanceolate munite di picciolo che terminano con bordi ondulati.


Dove e quando cresce


La si trova su tutto il territorio italiano no ai 800 metri (s.l.d.m) e viene considerata come pianta annuale con momento di fioritura che va da Aprile a Giugno. Viene considerata come una pianta infestante molto diffusa e la si trova attorno a ruderi, come attorno a luoghi coltivati.


Proprietà

Se volessimo andare a scomodare Paracelso e la sua signatura, troveremmo il significato della sua peluria come ripulente di intestino e vie aeree, come se fosse una spazzola. Infatti nell’area fitoterapica ha troviamo sia le tisane diuretiche oltre che a rimedi contro leggere forme catarrali. A dire il vero la Borragine è stata bandita dal Ministero della Salute (Italiano) come principio per gli integratori in quanto le foglie sarebbero troppo ricche di Alcaloidi Pirrolidizinici che renderebbero la pianta cancerogena e sicuramente tossica per gli organi coinvolti nella digestione, fegato in testa.




Uso in cucina

Viste le sue limitazioni accontentiamoci di tagliare il sapore di insalate, zuppe e ripieni di tortelloni con un pochino di borragine i cui fori hanno un leggero sapore di cetriolo.

Rimane sempre una pianta popolare che rimane nella storia (Italiana).

 

Immagini: pixabay.com


NOTA

Il contenuto di questa pagina, scritto o video, comporta delle semplificazioni. Considera le informazioni pubblicate in questa pagina come di carattere generale e non coprono tutti gli aspetti dell'argomento. Nessun parere inserito in questa pagina vuole sostituirsi al parere del medico di fiducia.


#borragine #borago_oficinalis #alimurgia #fitoterapia

© 2018 | 2020 - un progetto @yourbest basato su struttura editoriale di Carolina. Creato con Wix.com