Oleolito di Lavanda


Oleolito di Lavanda, immagine dimostrativa - pixabay.com

Questo olio è la risposta a una domanda che mi ha fatto una collega mooolto sportiva. "Siccome corro che olio metto per scaricare l'acido lattico dai muscoli?"

La prima risposta è stata quella dell'Iperico, non amo tanto l'Arnica, avrei anche risposto Verbasco, ma poi mi sono corretto arrivando all'oleolito di Lavanda.

Perché l'oleolito di Lavanda per il dopo corsa?

L'ho messa in questi termini, è un olio che lavora tanto sulla normalizzazione, rilassa, pulisce, sfiamma, e mi sono detto, dopo una bella attività sportiva qual è la cosa migliore per rilassare la muscolatura? Giusto la lavanda.

Non è tanto indicato per i piccoli sotto gli otto anni (che sia sotto forma di oleolito che di tintura madre o macerato glicerico) perchè stimolando il sistema endocrino riesce a farli diventare iperattivi, ma per gli adulti viene indicato anche per l'insonnia.


Detto questo, allora mi sono sentito di consigliarlo, usato la sera per massaggiare energicamente le gambe con una serie di movimenti come quelli del video che metto sotto.

Quale olio usare?

Va benissimo quello che fa la vostra mamma quando raccoglie i fiori e li fa macerare nell'olio d'oliva secondo le sua formula famigliare tramandata dalla madre che a sua volta l'ha avuta dalla sua madre ecc., contiene tutto l'amore che serve per far fare il giusto lavoro a questo rimedio.


Se non siamo così fortunati possiamo passare all'olio essenziale, dove il principio viene estratto mediamente in corrente di vapore per avere una ottima purezza.

Prendiamo l'oleolito e lo mescoliamo nell'olio di mandorle dolci, ottimo sopratutto per le gambe e eseguiamo il massaggio.

Una ultima opzione che a me piace tanto è l'olio spagirico (alcuni lo chiamano anche Alchemico), ovvero un estratto dell'olio per macerazione della pianta che viene raccolta nel suo giusto momento dell'anno (o negli anni) in cui viene fatta attenzione anche al momento della raccolta per la sua fase astrologica propizia (andiamo! già vi vedo, tutti noi abbiamo dei nonni che seminano l'orto con le fasi della luna, e non è di certo solo per il calcolo del calendario); una volta che la macerazione finisce viene preso il macerato solido, i fiori esauriti e vengono bruciati in una muffola per lasciare i soli cristalli che vengono presi sciolti nuovamente nell'olio prodotto.

Con questo viene fatto un'oleum molto concentrato che contiene sia le sue caratteristiche del principio attivo che la sua parte energetica, di una pianta la cui etimologia del nome comunque richiama il "lavare".

Che cosa fa quindi l'olio di Lavanda?

  1. Rilassa il muscolo che, assieme alle manovre, si ammorbidisce e inizia a rilasciare i liquidi che ha raccolto durante la fase di sforzo;

  2. viene assorbito dalla pelle (che è il nostro organo più grande del corpo) e agisce sul sistema nervoso autonomo per portare al rilassamento ma anche concentrazione, quella bella e chiara senza patemi;

  3. toglie ansie e lo stress, quindi lavora con le endorfine prodotte per farci fare un bel sonno.

Come fare il massaggio

Sotto ho trovato questo video, è fatto bene per il polpaccio, se ne trovo un'altro per la coscia lo aggiungo, per quest'ultima basta anche fare le mani ad anello e portarle all'inguine, aiuta a rendere tutto meno teso e a scaricare i liquidi, acido lattico incluso.

Oppure chiedo alla mia collega di aiutarmi a farne uno, quasi quasi glielo chiedo domani!

Immagini: pixabay.com



NOTA

Il contenuto di questa pagina, scritto o video, comporta delle semplificazioni. Considera le informazioni pubblicate in questa pagina come di carattere generale e non coprono tutti gli aspetti dell'argomento. Nessun parere inserito in questa pagina vuole sostituirsi al parere del medico di fiducia.


#lavanda #oleolito #oleum #spagirico

25 visualizzazioni

© 2018 | 2020 - un progetto @yourbest basato su struttura editoriale di Carolina. Creato con Wix.com