Rosa Selvatica o Canina

La pianta della discussione di oggi è il grande rimedio di autunno e primavera, autunno perchè grande antinfiammatorio per le malattie da raffreddamento dell'inverno, e in primavera, aggiunto al Ribes Nero, serve per sistemare molte delle problematiche legate alle allergie.

Anche in questo caso Madre Natura prepara le cose per accudirci al momento giusto dell'anno, siamo solo noi che abbiamo smesso di sapere queste cose perchè non abbiamo più nessuna comunione con la natura stessa (sono così tanto comode le medicine del farmacista, che prendiamo in grande scorta, giusto per non rimanere senza e dover uscire a prenderne altre. Figuriamoci se andiamo per campi.


Rosa gr. canina L.

Struttura della pianta

Questa pianta ha una forma molto simile a quella della sua nipote che popola i nostri giardini all'italiana: cespuglio spinoso e legnoso che arriva anche a qualche metro di altezza, molto ramificato in cui le foglie sono mediamente distribuite sui lati del ramo a due a due più una nella parte apicale che produce un ramo sempre con un numero di foglie dispari.

i rami si sviluppano lateralmente a segmenti verticali alla cui sommità si produce il fiore i cui petali cadono per lasciare un frutto rosso da inizio autunno ricco di semi nel tuo interno.

La fioritura avviene in piena estate per arrivare alla maturazione delle bacche per l'autunno.


Dove e quando cresce

E' una pianta presente in tutto il territorio italiano fino ad una altitudine di 1500 metri.

La si trova mediamente come insieme di cespugli in zone isolate o ai bordi di un bosco.


Proprietà

Quando parliamo delle sue proprietà farmaceutiche parliamo della parte relativa al frutto rosso che viene prodotto. Dal frutto rosso possiamo avere un uso fitoterapico (tramite il quale vengono estratti i principi attivi) in alcool (o alcool e glicerina) oppure l'uso popolare della tisana con i frutti (con un apporto molto più limitato.

Viene chiamata anche la Bacca di Goji delle nostre parti perchè ha proprietà estratte dai frutti e dalle foglie:

  1. vitaminizzanti, è ricchissima di Vitamina C, che viene persa quando viene usata come tisana ma viene mantenuta durante le estrazioni per farci una tinta madre o un macerato glicerico,

  2. astringenti,

  3. antinfiammatorie,

  4. diuretiche,

  5. affezioni della vie respiratorie.

Il suo utilizzo come gemmo-derivato produce buoni risultati per i più piccoli soggetti spesso a recidive delle malattie da raffreddamento e infiammazioni derivate che vanno dalla tosse alle otiti. (Anche qui viene sfruttato il suo potenziale depurativo per liberare soprattutto il fegato e togliere il muco dai polmoni collegato).


Associazioni

Il macerato glicerico viene spesso associato al Ribes Nero per accentuare le sue capacità antinfiammatorie, soprattutto per le allergie primaverili.

Se viene associato al Tiglio (Tilia Tomentosa) e le sue capacità calmanti, viene accentuato il suo aspetto.

Uso in cucina

Nella tradizione popolare le bacche sono usate per:

  1. Marmellate

  2. Tisane facendo infondere per qualche minuto senza bollire

  3. Sciroppi

  4. Grappe e liquori con le solite ricette con le solite ricette considerando un 250 g. di bacche in un litro di liquore.

Sono commestibili anche i petali che spesso sono usati nei piatti, un po' per una leggerissima fragranza che per il sapore leggermente dolce.

 

Immagini: pixabay.com


NOTA

Il contenuto di questa pagina, scritto o video, comporta delle semplificazioni. Considera le informazioni pubblicate in questa pagina come di carattere generale e non coprono tutti gli aspetti dell'argomento. Nessun parere inserito in questa pagina vuole sostituirsi al parere del medico di fiducia.


#rosa_selvatica #rosa_canina #alimurgia #fitoterapia

16 visualizzazioni

© 2018 | 2020 - un progetto @yourbest basato su struttura editoriale di Carolina. Creato con Wix.com